/
24 Views0

Ho preso uno scalogno che ho tritato finemente messo in una padella con un filo d’olio evo e lasciato andare per qualche minuto. Dopo ho aggiunto il baccalà ammollato a dadini amalgamato e proseguito la cottura per altri cinque minuti, il tempo che evaporasse l’acqua in eccesso e diventasse quasi croccante il baccalà. A questo punto ho aggiunto le olive e la pasta cotta al dente insieme allo zafferano. Amalgamato il tutto e continuato a cuocere fino a che non si assorbisse l’acqua allo zafferano. (Essendo pistilli ho dovuto mettere gli stessi in ammollo in una tazza da tè riempita a metà con acqua calda ma non bollente coprendola con la pellicola per tre quarti d’ora). A questo punto ho aggiunto una noce di burro e mantecato a fuoco spento. Impiattato cospargendo di polvere di cruschi ed erba cipollina fresca. (La polvere l’ho ottenuta friggendo i peperoni cruschi, asciugarli e facendoli essiccare per qualche minuto nel forno a microonde dopo li ho frullati)